1 Settembre 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima

Figli miei, satana è forte, spavaldo, creatura arrogante si erge contro la Legge di Dio, la Verità della sacra Scrittura. Combattetelo con la grazia di Dio e lo vincerete! Formate una catena di preghiera. Gli anelli della catena sono la penitenza, la penitenza del corpo, la penitenza del cuore, la penitenza della lingua, la penitenza della mente. I grani sono la preghiera, pura, sincera, audace. Una preghiera che si fida di Dio, che sa che ottiene tutto quello che chiede. La penitenza è scudo, baluardo, fortezza su cui si infrange l’arrogante potenza del demonio. La preghiera che sale da un corpo casto, da un cuore puro, da una lingua custode della carità e della verità, dalla mente immersa nella contemplazione dei misteri di Dio, è freccia acuminata, infuocata che trafigge il Nemico, lo fa arretrare, lo costringe a rifugiarsi nel suo tenebroso Impero. Beato il penitente, beato l’orante, beato colui che è casto  e puro di cuore, beato colui sulla cui bocca v’è carità e verità, beato colui che attende con gioia e grande desiderio le cose di lassù dove sta Cristo seduto alla destra del Padre. Beato qui su questa terra perché ha respinto gli assalti del Nemico e ha edificato il Regno di Dio, beato in Cielo perché riceverà il serto della vittoria e della gloria.




31 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.

 Maria all’anima

Figli, non siate stolti, non dite a che serve lavarmi con acqua pura e pulirmi le mani con il sapone se poi Satana mi butta nel fango. Figli, beato l’uomo che resiste alle tentazioni, sottomettetevi a Dio; resistete al diavolo, ed egli fuggirà lontano da voi. Figli, voi potete vincere Satana con la grazia, con la preghiera e con il digiuno. Il suo potere è sottomesso alla volontà di Dio. Vivete in pace. Umiliatevi dinanzi a Dio, fate penitenza, non siate alteri, ma piegate il volto fino a terra. Il vostro cuore sia colmo di dolore per i peccati commessi, sul vostro viso scorrano lacrime di sincera contrizione, la vostra preghiera a Dio sia pura. Avvicinatevi a Dio, e nella tentazione Egli vi soccorrerà, i vostri occhi nel pianto siano rivolti a Dio, non abbiate paura, in Cielo c’è chi vi difende: Gesù, l’Unico Mediatore, vero Dio e vero Uomo.


30 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima

Figli, non v’è nulla che vi possa disorientare se guardate con fermezza alla metà. Un pellegrino può incontrare durante il cammino i predoni, ma denudato di tutti i suoi averi riprende la marcia con maggiore lena. Può fermarlo la malattia, può trovare così il tempo per riposare, meditare sulla estrema fragilità dell’uomo, riflettere come la morte gli è compagna fedele. Per riprendere il cammino va alla ricerca di buon medico che curi la sua infermità e così riprendere il viaggio. Può avvistare luoghi tenebrosi, popolati da animali feroci, e da uomini selvaggi, si ferma studia bene quale strada prendere per evitare gli imminenti pericoli. Con tale ferma volontà giungerà alla meta desiderata, anche se la morte dovesse coglierlo molto lontano dall’arrivo. La morte non può impedire ai vostri passi di raggiungere la Casa del Padre, non v’è d’intralcio anzi irrobustisce i vostri passi, li rende più vigorosi, rende agevole la fatica, e fa’ sì che voi possiate giungere lì dove il vostro cuore vuole riposare. Mettetevi in cammino e custodite con sapienza e intelligenza la meta celeste che voi volete raggiungere, e se siete decisi a raggiungerla non verrà mai meno l’aiuto di Dio: Lui vi spoglia dei beni terreni per rendervi veramente liberi, per distogliere i vostri occhi dalle cose vane, e arricchirvi con quelli celesti, è il Medico che cura le vostre infermità spirituali, è la Via sicura che non può essere battuta dall’Inferno, e che vi conduce certamente in Paradiso. Abbiate fede, e camminate portando nel cuore  il nome del Signore, Egli è la Via, Egli è il vostro aiuto.
.


29 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra


Maria all’anima

Figli, Dio vi ha chiamati alla santità, non alla impurità. Non è l’uomo che santifica se stesso ma Dio insieme a Gesù, vostra santificazione, e allo Spirito Santo. Voi, Figli miei, siete tempio della Santissima Trinità, glorificate dunque Dio nel vostro corpo. La Via della santità è dolce, incamminatevi su questa Via a passi di danza, cantando ed esultando. Figli miei, progredite continuamente nella vita cristiana. Siate docili, obbedienti sempre alla volontà di Dio e dite spesso, nel segreto del vostro cuore, Padre, sia fatta la tua volontà, come in Cielo così in terra, perché la santità si realizza solo aderendo alla volontà di Dio.


28 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.

Maria all’anima:

Figli, la preghiera accompagni i vostri passi. Quando la fatica vi obbliga a fermarvi, pregate e troverete ristoro e riposo per riprendere con più gioia il cammino. Quando la forza dello Spirito vi sospinge in avanti, pregate perché i vostri passi siano più sicuri e il piede non abbia a zoppicare. Quando credete che la meta è irraggiungibile, pregate e avrete forza per andare sempre più in avanti, il passo non ceda alla delusione, pregate e il traguardo si farà più desiderabile, pregate e la preghiera vi donerà la gioia di giungere alla meta e entrare nella casa del Padre.


27 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima

Figli, quando leggete i libri dei Profeti sussultate alle minacce dei terribili castighi, poi ai castighi la promessa del perdono, e il vostro cuore si acquieta, e dite sono passati quei tempi tristi, ora è il tempo della misericordia. Sì, è vero ora è il tempo della misericordia, è il tempo dell’amore, il tempo del perdono. Ma fate attenzione, che il sonno della morte non vi colga ubriachi fradici di peccato, sarà per voi la rovina, e nessuno potrà liberarvi dal giusto castigo. Alla misericordia si risponda con atti di misericordia verso i più infelici, all’amore si risponda con l’adorazione perfetta dell’unico Dio e sia fatta con vivi sentimenti di gratitudine, al perdono si risponda con il perdono dimenticando le offese e perdonando con gioia. Questo Dio vuole perché vi sia aperta la sua Casa colma di beni e di eterne benedizioni. Figli miei, i vostri peccati sono enormi e innumerevoli, ma sono più innumerevoli i meriti di Gesù. La vostra speranza sono le sue Piaghe, il suo Sangue, la sua Morte, la sua beata Risurrezione.




26 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima

Figli, andate da Gesù! Ricordatevi delle parole divine di Gesù: venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò ristoro. Sì, andate e non temete per il passato: il Cuore di Gesù l’ha sommerso nell’abisso della misericordia e il suo amore vi preparerà nuove grazie. Sì, venite a me e io vi condurrò alla sorgente dell’Amore. Dissetatevi a queste salutari acque e il ricordo del passato sarà per voi motivo di umiliarvi per innalzarvi nella virtù dell’umiltà. Sì, venite a me, e io vi condurrò alla sorgente del perdono, immersi in queste acque di vita vi infiammerete di carità e riposerete nella pace.

25 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra



Maria all’anima

Figli, non pensate al passato, dice il Signore Gesù: Non ricordate più le cose passate, non pensate più alle cose antiche! Ecco, io faccio una cosa nuova: proprio ora germoglia, non ve ne accorgete? È passato il tempo dell’aratura e della semina, ora è il tempo del raccolto, i granai sono traboccanti. Forse non sono i vostri granai, voi avete arato e avete seminato e altri hanno raccolto, non vi avvilite, i vostri granai sono nei Cieli, e quando raggiungerete la vostra patria celeste sarete colmi di ogni gioia nel vederli pieni di opere buone. Solo alla fine potrete dire abbiamo arato, abbiamo seminato, abbiamo raccolto.


24 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima:

Figli, ancora una volta vi chiamo all’amore e al perdono. Non invidiate il mondo che crede che l’unica via per giungere alla pace è la violenza, la sopraffazione, la guerra. La guerra non porta la pace né ai vincitori e nemmeno ai vinti, ma soltanto lutti, morte, distruzioni, lacrime. La via che conduce alla pace è l’amore sincero che è accoglienza del prossimo e l’accoglienza se vuole portare frutti abbondanti di comunione deve farsi, lì dove è necessario, perdono. Soltanto il perdono è la via giusta che conduce alla riconciliazione e alla pace. Dove non c’è perdono c’è odio, rancore, e nei cuori degli empi nasce la vendetta, il desiderio della rivincita, la rivalsa. Figli, amate, e se è necessario amate donando anche la vita, e con la vita donate largamente il perdono. Soltanto dinanzi al perdono la violenza si disarma e il cuore si apre alla pace.


23 Agosto 2014

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima:

Figli, vi ho sempre chiesto di amare con lo stesso amore con cui io vi amo. Questo è l’unico farmaco per salvare il mondo dalla eterna perdizione. All’amore aggiungete il dolore. Patite portando con gioia la vostra croce, la croce di ogni giorno, patite come io ho patito ai piedi della Croce benedetta. Figli, ho patito tanto, ho patito imprimendo nel mio Cuore i dolori del Figlio mio che moriva tra ingiurie e lancinanti sofferenze per la vostra salvezza. L’amore vi fa miti, umili, gioiosi e apre il vostro cuore alla carità, all’amore verso il prossimo, il patire vi fa perfetti discepoli di Gesù, amati figli del Padre celeste, pure dimore dello Spirito Santo. Il patire attira su di voi e sulla vostra vita il mio amore. Figli, la croce di Gesù è l’unica scala per raggiungere il Paradiso. Se l’amore vi aiuta a fuggire dalle tentazioni, la croce vi aiuta a salire sempre più in alto, fino in Paradiso, dove un giorno dimorerete per sempre santi tra i santi.



22 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima:

Figli, mi amate abbastanza voi? Voi siete i miei figli prediletti che amo teneramente come una madre ama i suoi piccoli. Voi, mi amate abbastanza? Il mondo non conosce la mia bontà, molti mi odiano, altri bestemmiano il mio Nome, molti ancora non accolgono la mia maternità. Non respingete la mia misericordia. Venite, non temete, anche se siete peccatori vi amo, chiudetevi nel mio Cuore Immacolato. In cambio chiedo il vostro amore, donatemi i vostri cuori. le vostre anime. Se mi amate donatemi la vostra vita. Non temete, sono Madre, datemi le vostre pene, i vostri dolori, le vostre afflizioni, e io vi consolerò. Siete miei, ma voi ditemi che siete miei, ditemi che mi amate, che io sono la vostra Madre, la vostra Regina di Misericordia, datemi il vostro amore, io vi ho sempre amato, e vi ho colmato sempre di gioia quando avete chiesto asilo al mio Cuore Immacolato. Oggi, Figli miei amati, vi chiedo di fare memoria del mio amore.


21 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.

 Maria all’anima:

Figli, amate la Chiesa, dicono che ha accumulato immense ricchezze, non vi fate ingannare, amatela, odiereste vostra madre? Parlereste male di chi ha va condotto alla luce della vita? Dicono che Satana e i suoi correligionari hanno nella Chiesa i loro alloggi, amate la Chiesa, non vi fate ingannare. Amate il Papa, Gesù l’ha voluto come timoniere della barca di Pietro. Amate i Vescovi e i Sacerdoti. Quando insegnano sulle loro labbra lo Spirito Santo pone il Verbo di Dio. Molti sono nell’errore, nel peccato? Osservate tutto ciò che vi dicono, ma non agite secondo le loro cattive opere. Amate i Sacerdoti. Ogni giorno io partorisco nel dolore, perché il dolore li purifichi, li mondi dalle incrostature mondane. Amate i Sacerdoti come Io li amo, con amore materno. Se qualche ministro non ha una retta condotta amatelo, stategli vicino, correggetelo con grande carità. Mostrate zelo materno nei loro confronti, e siate obbedienti. Ricordate che quando un sacerdote amministra un sacramento è Gesù che battezza, che ammonisce, insegna, perdona. Amate la Chiesa, è la Sposa di Gesù, e Gesù l’ha voluta al suo cospetto santa e immacolata, sempre giovane, immune da ogni ruga, siate buoni figli di questa Madre, è questa santa Madre che vi attende nei Cieli per donarvi pace e gioia infinita.


20 Agosto 2014

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figlio, prega per pace, che regni nel mondo, nel cuore degli uomini. Molti hanno abbandonato le vie del Signore, infedeli ai Comandamenti divini, sono lupi rapaci, affamati di ricchezze e di potere, rubano, bestemmiano, diventati idolatri, hanno infranto le leggi del matrimonio, la convivenza si è mutata in violenza. Figlio, un simile spettacolo ti deve muovere a pietà per questi tuoi fratelli che avari  di gloria sono pronti a uccidere, a fare violenza ai propri simili. Gesù è la Pace ed è venuto a portare la pace. La pace è il dono che il Padre ha fatto agli uomini in Gesù, suo amato e unigenito Figlio. Se vuoi la pace porta nelle case, nelle fabbriche, nelle piazze, il Vangelo, il Vangelo è lenimento che cura le ferite dell’orgoglio, apre la mente e disperde l’oscurità dell’egoismo e del narcisismo. Il Vangelo porta la concordia e la carità. Figlio, solo così si può costruire la pace tra gli uomini: insegnando loro la bella legge della carità e della verità.


 19 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra


Maria all’anima:

Figli, il tempo si è fatto breve, convertitevi finché siete in tempo. Il mio Cuore è sempre più addolorato nel vedere tanti miei figli abbandonare la Verità e rivestire le vesti della menzogna e della ipocrisia. I miei richiami cadono nel vuoto, pochi accolgono le mie parole, ma io non minaccio, ho solo parole di comprensione. Desidero aiutarvi a vivere nella verità, a vivere nella pace, in gioiosa armonia con il prossimo. Guardate il Cielo e coloro che l’abitano, sono nella gioia e in perfetta comunione, la lode è il canto armonioso che allieta la casa del Padre celeste, ma questa armonia l’hanno costruita già in terra. Siate costruttori di un modo nuovo, colmo di amore. Ascoltate le mie parole, sono sempre con voi, se vi manca la pace vi manca tutto. Anche ad avere ogni giorno il pane e l’acqua avrete sempre fame di Verità e arsi dalla sete desidererete dissetarvi alle fonti della Pace, che è il Cuore sacratissimo di Gesù. Oggi, questo vi chiedo: imparate da Gesù che è mite e umile di cuore.


18 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, molti santi hanno desiderato il Paradiso al tal punto da desiderare la morte alla vita. Pensate alla letizia che pervade il cuore di un prigioniero quando gli comunicano che presto sarà libero ed uscirà dal carcere. E molti che dicono di amare Dio si rattristano se viene loro comunicato che presto usciranno dalla vita terrena per andare liberi in Cielo nella casa del Padre. Non dovrebbe un uomo che dice di amare Dio riempirsi di gioia nel sentirsi dire che entro breve tempo dovrà uscire dal carcere di questa terra per andare a godere Dio? Figli miei, finché abitate nel corpo, siete in esilio lontano dal Signore. Pregate e chiedete la grazia di comprendere che andare verso la morte significa andare verso la vita, se lo comprenderete allora quando arriverà la fine dei vostri giorni sarà contenti di andare incontro alla Vita. Questo vi chiedo, non vivete rassegnati e tristi, ma vivete nella letizia godendo di quanto il Signore vi dona nel vostro pellegrinaggio terreno, e quando arriverà l’ultimo giorno allora la vostra gioia sarà colma perché avrete lasciato il poco per il molto.


17 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima:

Figlio, se un albero cade verso meridione o verso settentrione, là dove cade rimane. Nel giorno della tua morte là dove cadrà l’albero della tua anima, là rimarrà. In quel luogo dovrà rimanere per sempre, per tutta l’eternità. Non vi sono altre soluzioni o entrerai beato nella casa del Padre e lì vi abiterai per tutta l’eternità come figlio amato, o infelice entrerai nell’Inferno, schiavo per sempre di Lucifero, vessato per tutta l’eternità e da quell’antro non v’è uscita. Sì, dove cadrà l’albero della tua anima, o sempre beato in Paradiso, luogo di felicità e di pace, o sempre disperato in una fossa di viscidi serpenti, il cui morso ti tormenterà per tutta l’eternità.


16 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima:

Figli, se veramente amate Dio amate il vostro prossimo, sopra tutto i più miseri, i più bisognosi. Servire Dio, cantare a lui lodi eterne, è riconoscerlo Creatore, Padre provvidente. Voi vedrete Dio in Paradiso faccia a faccia, qui lo vedete nel volto dei poveri, degli affamati, degli ignudi, dei malati. Portate e custodite nel cuore la carità di Dio che vi amati fino a donarvi il suo Unigenito Figlio. Se amate Dio sinceramente siate casti nel corpo perché siete tempio di Dio. Se Dio è vostro Padre siate obbedienti e docili alla sua volontà. Se riconoscete Dio vostro Creatore custodite la creazione perché essa sia sempre canto di lode e di gratitudine, e rivelazione perfetta della sua sapienza e della sua potenza. Oggi amate Dio nel mistero e palese nella carne martoriata dei poveri, dopo la vita terrena i vostri occhi si apriranno allo stupore della contemplazione del suo Volto.


15 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli, ho voluto la mia Opera come porto sicuro per le Famiglie che corrono il rischio di fare naufragio. Siate missionari, portate il lume della fede. Rendete salde le Famiglie con la Parola di Dio, Parola di Verità, essa rivela la volontà di Dio e il suo amore per tutti gli uomini. Ancorate le famiglie al santo Rosario, preghiera di Luce, rivela il Mistero del Cristo, la sua beata Incarnazione, la sua Passione e dolorosissima morte, la sua Risurrezione e la gloriosa Ascensione al Cielo dove siede alla destra del Padre. Consacrate le Famiglie al mio Cuore Immacolato, e attraverso di esso al sacratissimo Cuore di Gesù, fornace ardente che tutto monda e purifica. Queste le tre àncore che rendono sicura la navigazione della navicella della Famiglia, e non temerà le minacciose tempeste del mondo che vogliono investirla. Se mi amate amate la mia Opera e siate costruttori di pace.







14 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, dinanzi alle difficoltà, e sopra tutto quando entrate in tentazione, non vi scoraggiate, chiamate con ardore in vostro aiuto il vostro Angelo custode. Sarà pronto ad accorrere in vostra difesa. Non disprezzate la sua compagnia, e non affliggetelo con il peccato. L’angelo di Dio è sempre accanto a voi, in tutti i momenti della vostra vita, basta un suo sguardo per mettere in fuga legioni di demoni, basta un cenno per guarirvi da ogni afflizione. L’Angelo per volontà di Dio rende saldi i vostri passi nel cammino della santità, e rende luminoso il cammino della fede a volte caliginoso. L’Angelo custode ha sempre un buon pensiero da suggerirvi, e mette una buona parola sulle vostre labbra. Infelici quegli uomini che trascurano la sua presenza, e non cammino sulle sue orme. Nel cammino terreno è il vostro Angelo custode a provvedere alle vostre necessità  e sarà pronto a confortarvi e a farvi compagnia nell’agonia. E sarà ancora lui a ribattere e rigettare le accuse del Nemico dinanzi al Trono dell’Agnello, giusto Giudice. Se mirate il suo volto contemplerete la luminosa luce che vi attende nella gloria dei Cielo. Amate questo vostro compagno non disdegnate la sua compagnia e la sua correzione.


13 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


Maria all’anima:

Figli, oggi vi chiedo di pregare per i sacerdoti. Molti hanno smarrito la vocazione pur restando nel ministero sacerdotale, sono diventati uomini d’affari, la loro giornata scorre veloce senza pausa, senza preghiera, il loro cuore non è più colmo di gioie spirituali ma carnali. Molti vivono nel peccato, molti altri hanno abbandonato la veste sacerdotale. Ma molti sono fedeli alla loro vocazione, amano la Chiesa, sono obbedienti al Papa, amano pregare, riflettere sulle massime eterne, e quando celebrano l’Eucarestia si immolano con fervore con la Vittima Divina. Pregate per coloro che si sono smarriti perché ritrovino la via maestra, pregate per i peccatori perché si riconcilino con la Chiesa, pregate per chi cammina nella Luce, pregate per coloro che portano la Croce delle fedeltà perché siano sempre più santi, sempre più fervorosi, sempre più lietamente obbedienti alla Legge di Dio.



12 Agosto 2015

Pensiero del giorno


Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figlio, come immagini il mondo? Molti pensano che sia l’inferno in terra, lungo è l’elenco dei soprusi, degli inganni, l’ipocrisia poi è la bandiera di un esercito immane di malavitosi, ma non è così perché il bene fiorisce abbondantemente, molte opere di carità allietano le ore tristi di ammalati e di sofferenti, c’è sempre una mano aperta per offrire generosamente un pane, c’è sempre un cuore generoso ad aprire la sua borsa per fare l’elemosina a chi è indigente. Molti credono che sia un’isola felice, dove gozzovigliare, divertirsi, sopraffare il più debole, non è così, Figlio, costoro saranno severamente puniti. Il mondo è uscito terso dalle mani di Dio, senza incrostature, e così gli uomini, creati a sua immagine e somiglianza. Sta a te rendere gioioso questo mondo con la carità e l’amore fraterno, sta a te far sì che questo mondo non sia un covo di vipere vincendo l’egoismo che si annida nel tuo cuore, lodando, adorando, rendendo grazie per tutte le meraviglie che Dio ha creato per gli uomini, suoi figli amati. Il mondo è quello che vuoi tu, se sei cattivo è un nido di vespe, pattume, una palude a cielo aperto, se sei buono il mondo è bello e incantevole. Il mondo è lo specchio della tua anima.


11 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figlio, Gesù inchiodato sulla Croce, dopo aver preso l’aceto, disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo spirito. Tutto è compiuto, queste parole pongono fine alla vita terrena del buon Gesù. Schiodato dalla Croce il vostro Redentore è posto in un sepolcro nuovo. Sul Calvario è rimasta la nuda Croce. Gesù non c’è più, la tomba sigillata che custodisce il Corpo di Gesù è il trofeo di vittoria per chi ha congiurato contro di Lui, per i suoi nemici che lo hanno condannato a una morte infame. Tutto sembra ormai finito. Quella Croce però ti addita la strada della Risurrezione eterna, in cui riposa la tua speranza e la tua gioia.



10 Agosto 2015

Pensiero del giorno


Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figlio, il mondo è diventato un mare di lacrime, di sospiri, di piagnistei, di lamenti. Le mormorazioni si accompagnano alle bestemmie, e le bestemmie alle maledizioni. Si è insoddisfatti di tutto e di tutti. Quello che ferisce di più il mio cuore è la mormorazione dei sacerdoti, dei religiosi: pensano soltanto a soddisfare il loro corpo, e pur di venire in soccorso ai loro familiari, parenti e congiunti, sono pronti a tutto, anche a venir meno ai voti. Amano di più il loro ventre, di più i fratelli e le sorelle carnali, i genitori che Cristo al quale hanno promesso fedeltà, amore, devozione. Gli uomini sono sempre più insoddisfatti perché sulle loro labbra non risuona più la preghiera, il cuore è pieno di cianfrusaglie, passioni, vizi, la mente è cieca, non è più protesa alla contemplazione del Cielo. Così i sacerdoti, i religiosi non meditano più, e i loro interessi vengono prima del Regno. Insoddisfatti disobbediscono, per sovvenire ai bisogni delle coro case rubano, sono ladri e dicono di osservano il voto di povertà, casti nel corpo, sono impudichi negli occhi, nel cuore, nella mente, nelle mani. Prega per questo mondo ormai senza una guida morale, prega per questo mondo il quale pur di soddisfare i suoi vizi e le sue passioni è pronto a dichiarare il male bene e il bene è male. Gesù è Misericordia ma verrà come un ladro nella notte e allora non ci sarà più possibilità di pentirsi, gli occhi degli impenitenti si apriranno e vedranno soltanto tormento e fuoco che non si consuma, i loro orecchi sentiranno grida, bestemmie e frastuono, e il loro cuore sarà per sempre sigillato nell’odio. Con la preghiera, sopra tutto con il rosario, puoi convertire gli uomini, oggi ti chiedo questa elemosina spirituale.


9 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli, a volte siete così deboli nella fede che spesso, per cose di poco conto, correte il rischio di finire nelle tenebre della insipienza. La fede è luce, è saper cogliere la presenza salvifica di Dio, è sentire la compagnia di Dio che cammina con voi, che è sempre con voi, vi accompagna, ed è sempre presente ora nella tribolazione, o nella prova, e nella gioia. Figli, la fede è pace del cuore anche se dovete contare innumerevoli delusioni, sconfitte, amarezze. L’esser deboli nella fede nasce dal fatto che non pregate abbastanza, i vostri occhi sono pieni di mondo, la vostra mente si affanna sempre più per trovare soldi, benessere, salute. Avere fede non significa vivere come gli straccioni, o vivere perennemente nella malattia, ma significa saper aspettare sapientemente e pazientemente che il Signore nelle difficoltà prepari per voi una via d’uscita, significa credere nella Provvidenza, saper fare un’offerta di tutto sia della salute sia della infermità. Abbiate fede e in Cielo si accenderà una stella che vi guiderà per tutta la vita e dopo la vita sarà via luminosa che vi condurrà nella Casa del Padre.