1 Agosto 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli,  non dovete scoraggiarvi se i malvagi  ai vostri occhi sembrano felici, e le loro cose prosperano. Nel campo di Dio vi è la zizzania e il grano buono. Nella rete della Chiesa vi sono pesci buoni e pesci cattivi. La malvagità degli empi vi deve rendere buoni testimoni di Cristo, deve rafforzare il vostro impegno per giungere alla meta della santità. L’empietà è solo vento che soffia forte, dona un senso di potenza, ma  è soltanto rovina e dolore. La perversità degli empi vi deve rendere attenti a non smarrire la strada maestra perché è facile mettere un piede in fallo e precipitare nell’Inferno. Tutto è grazia e dono, anche la tentazione e la vita corrotta degli empi, perché il loro ricordo vi rende generosi, forti nella fede, gioiosi nella speranza, operosi nella carità. Pregate per i questi miseri peccatori, non giudicate, ma pregate perché questi miei poveri figli traviati possano convertirsi e ritornare tra le braccia di Gesù misericordioso.










31 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



 Maria all’anima:

Figli, molti vanno dicendo che Dio punirà la terra mandando tenebre e flagelli. Dio è misericordia e non affligge i suoi figli, ma li chiama a conversione perché Egli non gode della morte del peccatore ma che si converta e si salvi. Dio vuole che tutti gli uomini si salvino, non si salverà soltanto che peccherà contro lo Spirito Santo, rigettando la grazia e l’amore di Dio, rigettando il dono del Sangue del Figlio di Dio nel quale voi rinascete come nuove creature. Le tenebre sono nel vostro cuore quando peccate, quando non vi accostate al sacramento della riconciliazione, quando siete ostinati nel percorre le vie dell’empietà, dell’egoismo, della disumanità. I flagelli sono opera delle vostre mani perché con il peccato vi allontanate dall’Amore, vi immergete nella palude delle dissolutezze e delle passioni, e lì le acque malsane del peccato vi soffocano, vi rendono schiavi, immobili, infecondi, come sprofondati in sabbie mobili venite ingoiati dalla vostra malvagità e dai vostri vizi. Dio è luce e ha mandato nel mondo Gesù, la Luce che illumina tutti gli uomini. Dio vi tanto amato da donarvi la Luce perché possiate trovare la via della salvezza e così giungere alla Verità.


30 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, mirate con dolore Gesù, condannato a morte, sale il Calvario portando la Croce sulla quale deve essere inchiodato. La Croce è pesante, il passo diventa incerto e Gesù, stanco, martoriato dai tormenti, vacilla e cade sotto il peso della Croce. I vostri peccati sono la Croce di Gesù. Gesù non regge più, gli occhi sono velati dal sangue che copioso cola dal Capo trafitto dalle spine, il volto coperto di sudore, di sputi e di sangue, le spalle sono arate dai flagelli, le gambe cedono, Gesù è a terra. Gli aguzzini non hanno pietà, hanno solo fretta di portare a termine la loro missione: inchiodare alla Croce un Uomo condannato a morte da un tribunale iniquo. Costringono Simone di Cirene a portare la Croce, ma non basta l’aiuto di questo uomo vigoroso, e Gesù cade ancora una volta.  Così è della vostra vita. Il peso del male spesso vi schiaccia e ritornate a peccare. Gesù è morto sulla Croce per liberavi dal Maligno, Gesù è il dolce Cireneo, è Dio che ha pietà e misericordia, e se vi gettate nel suo amabile Cuore è pronto a cancellare i vostri peccati.


29 Luglio 2015

Pensiero del giorno


Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima:

Figlivoi dite domani sarà un nuovo giorno, sarà pieno di sole, e poi arriva un giorno carico di nubi e di pioggia, e voi restate delusi, attendevate la luce ed ecco la caligine. La speranza quando ha radici umane prima o dopo delude. Solo Gesù è la vostra speranza che non delude mai, Egli a tutti dona con misura e giustizia, e il dono è sempre per il bene dei suoi figli. Sperare in Gesù è vivere nella pace, nella gioia. Questo vi chiedo Figli miei, siate operosi, lavorate ma ponete fiducia soltanto in Dio, Egli dona il seme al seminatore, e l’abbondante raccolto al contadino perché il pane della gioia allieti la sua tavola. Quando riponete la vostra fiducia negli uomini tutto si cangia, prima o dopo, in tristezza, solo in Dio il vostro cuore danza, perché sperare in Dio è dolce come il latte che la mamma dona ai suoi piccoli per sfamarli. Chi spera in Dio è sempre nella gioia, anche se la sua vita è un giorno piovoso, o attraversato da tempeste, chi spera in Dio giungerà sempre al porto sicuro dove troverà riposo e salvezza.

28 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima:

Figli, non vi chiedo di amare il dolore, Dio vi ha creato per essere felici, ma vi chiedo di dare un valore al dolore. Gesù ha percorso questa strada fino in fondo, che lo ha condotto sul Calvario su una Croce. Con il dolore vi ha redenti, vi ha liberati dal giogo del peccato, ha spezzato le catene che Satana aveva imposto prepotentemente al vostro cuore e alla vostra mente. Il dolore così ha un valore di redenzione, che vi conduce alla gioia della risurrezione. Il mondo è nel dolore del peccato, è immerso nella palude del vizio, dell’egoismo, è sempre più senza Dio, Figli, non vi è altra strada per ricondurli nell’ovile di Cristo, è questa strada è il dolore, il vostro dolore offerto, vissuto fino in fondo come amore, come compagno di un’umanità sempre più frantumata, logorata dalle passioni, dai piaceri disordinati, Vi chiedo di dare valore a un eredità che vi appartiene perché figli di Adamo, non sciupate questa ricchezza, sì, perché per i discepoli di Gesù il dolore è dono, gioia, oblazione, redenzione, risurrezione, via regale che conduce al Cielo.



27 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra. 



Maria all’anima:

Figlio, se nella prova taci, e ti affidi all’amore di Gesù, quando rinunci alla gloria del mondo, e chiudi le orecchie ai suoi insegnamenti, e cerchi la vera sapienza mettendoti alla presenza di Dio, quando osteggiato, tentato non cerchi consolazione o conforto umano, perché ti basta essere cullato dall’amore di Gesù, Figlio, il silenzio è fede. E quando abbracci la Croce senza chiedere “perché?”, il silenzio è adorazione. Figli, amate il silenzio, Gesù è con voi.


26 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figlio, medita frequentemente la beata Passione di Gesù. Osserva bene: quando condussero Gesù sul Calvario lo spogliarono delle sue vesti e lo spinsero con violenza a terra per inchiodarlo al legno trasversale, poi con funi  lo innalzarono sulla Croce. Questo è il tuo cammino, farti gettare a terra, è assai difficile accettare che gli altri ti spoglino della tua dignità, ti inchiodino al ludibrio comune con false accuse, è assai doloroso subire violenze, sopra tutto quando i violenti sono i tuoi amici, i tuoi familiari, coloro che tu più di tutti hai beneficato. E non sei tu a salire sulla Croce, ma sono i familiari, Satana, i nemici del Vangelo a innalzarti sulla Croce. Accetta tutto con mansuetudine e piena rassegnazione alla volontà di Dio. Io, tua Madre, ti faccio una promessa: quando i nemici ti innalzeranno sulla Croce sempre accanto a te ci sarà il mio amato Gesù Crocifisso che con infinita dolcezza dirà al tuo cuore: Coraggio, Figlio, Io ti dico, oggi, tu sarai con Me in Paradiso.


25 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figlio, Gesù è venuto sulla terra per morire e redimere il mondo, perciò ha fatto della Croce l’altare della sua immolazione e lo strumento della tua salvezza. Gesù si è consegnato nelle mani dei suoi carnefici e si lasciato inchiodare sulla Croce, perché contemplandolo Crocifisso, paziente nei dolori, tu possa trovare la forza di unire il tuo dolore e la tua sofferenza ai suoi dolori e alle sue sofferenze e completare così quello che manca alla sua passione.


24 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli miei, amate il silenzio. Quando non giudicate i fratelli e non rivelate le loro colpe, quando perdonate ai vostri fratelli senza farvi investigatori del loro passato, quando non condannate, e continuate a stimare i vostri fratelli, offrendo sacrifici e preghiere per loro, il silenzio è misericordia. Quando tacete e vi mettete all’ultimo posto per lasciare emergere i fratelli, quando custodite nel riserbo i carismi e i doni di Dio, quando tacete e non vi ribellate se il vostro agire è interpretato male, quando altri si accaparrano la gloria del vostro operare e voi tacete, il silenzio è umiltà. Figli, amate il silenzio, è la regola d’oro per giungere perfettamente in Cielo.


23 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima: 

Figlio, Satana e i suoi gregari hanno invaso il mondo, e sugli uomini spadroneggiano con astuzia e ferocia. I risultati sono sotto gli occhi di tutti: pornografia, divorzio, aborto, violenza, droga, libertinaggio sfacciato, bestemmia, turpiloqui nelle famiglie e sopra tutto nei film, in tv, nella radio, e a tante sventure si devono contare innumerevoli credenti che ogni giorno abbandonano la Chiesa. Invece i figli di Dio dormono, anestetizzati dalla Messa festiva e da qualche preghiera serale. Figlio, è questo il grande peccato di omissione della quasi totalità dei cristiani. Non dimenticare questa parola: il malvagio, morirà per la sua iniquità, ma della sua morte io domanderò conto a te. Chi invece salva un’anima, raccoglierà il buon frutto della salvezza eterna.


22 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria allanima:

Figli, la paternità di Dio vi avvolge come un manto di amore e di salvezza. Adorate il Padre, adoratelo nella mente aprendola a pensieri puri, pieni di Paradiso. Adoratelo nel cuore sradicando vizi e passioni. Adoratelo con opere di carità. Adoratelo sopra tutto amando la sua volontà, che essa perfettamente si compia nella vostra vita. Figli, l’adorazione è preghiera, è profonda comunione con Dio, nel mistero sublime della Trinità. L’adorazione così va anche al Figlio facendovi vasi colmi del suo prezioso sangue, che vi salva, vi purifica, vi guarisce. L’adorazione va allo Spirito Santo trasformando il vostro corpo in tabernacolo di luce e di santità. La vostra adorazione terrena ha un prolungamento perché già ora supera le barriere del tempo e della carne, per essere alla fine dei giorni inno di gloria elevato dinanzi al trono dell’amabile Padre e del Figlio suo, vostro avvocato ed eterno sacerdote di misericordia.  







21 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. I Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




 Maria all’anima:

Figli, vivete immaginandovi immortali. La vostra vita è breve, molto breve, e breve è il tempo per compiere le opere del Signore. Voi credete che non supererete mai il confine della vita terrena, eppure la morte cammina con voi, e vostra compagna, silenziosa nei momenti di gioia, strepita invece quando la malattia e gli affanni rendono amaro il vostro quotidiano. La consapevolezza della fine terrena non deve rendervi tristi, cupi, chiusi alle gioie che il buon Dio ha pensato per voi e ogni giorno vi dona, tutt’altro, vi deve aprire alla pace, a sereni giorni scanditi dalla preghiera e dalla carità. La morte, vostra discreta compagna, vi aiuta ad innamorarvi del Paradiso, ad essere più buoni verso il prossimo, a non essere altezzosi, ma umili, non arroganti ma servi dei vostri fratelli. Il dolce pensiero della morte è scuola di santità, vi fa vivere bene il quotidiano, allegri, in buona compagnia con i vostri amici e i vostri familiari, e se ricevete qualche offesa, guardando il Cielo, siete pronti a perdonare. La morte vi spoglia di ogni incrostatura terrena e vi veste di Cielo, con abiti nuovi trapuntati di stelle, e luminosi come la luce del sole.


20 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.


 Maria all’anima:
.
Figli, per voi amare non è difficile, sopra tutto quando l’amore nasce dalla passione. Amare senza nulla ricevere in cambio, amare gratuitamente, non è facile, perché l’uomo attende sempre una ricompensa. Amare i nemici è impossibile se non sostenuti dalla grazia di Dio, e se nel cuore non arde il fuoco della carità del Cristo. Come vincere le passioni? Come amare gratuitamente, come amare i nemici? Figli, tenete fisso lo sguardo su Gesù crocifisso. Inchiodato sulla Croce vi ama di un amore di predilezione, non chiede nulla perché l’amore non chiede nulla in contraccambio, vuole soltanto la felicità dell’amato. Gesù ha pregato per i suoi carnefici, li ha perdonati e a un ladro ha promesso il Paradiso. L’amore è vero, veramente cristiano, quando supera i confini della famiglia, della simpatia, della amicizia, quando si dispiega come mare di consolazione accogliendo tutti gli uomini nel suo grembo. È vero amore quando vi lasciate inchiodare sulla Croce dell’odio e da questo trono di gloria pregate, perdonate, amate coloro che vi hanno crocifisso.


19 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.





Maria all’anima:

Figli, non sono lontana dai vostri affanni. Sono la Madre della Consolazione. Molti, supplici, elevano forti grida al Cielo, perché è diventato insopportabile il fetore del peccato che ha invaso il cuore degli uomini. Rapine e violenze sono la legge dei prepotenti, ci sono liti e si muovono contese. Non ha più forza la legge di Dio e viene calpestata dagli empi, né si afferma la giustizia. Il malvagio raggira il giusto e il diritto ne esce stravolto. Non temete, coraggio Figli miei, Dio non tarderà a liberarvi dalle mani degli empi. Nella attesa della vostra liberazione, intanto, compite le opere del Signore, colmate di mitezza e di pace la vostra anima: ecco ciò che è prezioso davanti a Dio. Chi è puro si salverà, ma per i vili e gli increduli, gli abietti e gli omicidi, gli immorali, i maghi, gli idolatri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo.




18 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figlio, un’azione può essere buona o cattiva, può edificare o demolire. L’uomo giusto sa discernere, anche l’empio, ma costui quando compie un’azione cattiva si giustifica fingendo di non sapere o dicendo che era necessario. L’uomo giusto quando cade in una colpa accusa se stesso, scoperchia il suo cuore malato e lo pone dinanzi a Dio perché lo guarisca. L’empio si crede giusto e nel suo peccato è come un cieco e non vede la sua malattia. Il giusto sarà perdonato, e la misericordia di Dio che brilla sul suo volto edifica gli uomini. L’empio sarà punito e il giusto castigo edifica i buoni e demolisce l’empietà.



17 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figlio, i pesci vivono nel mare, se li tiri fuori muoiono. Così voi. Voi vivete, vi muovete ed esistete in Dio , ma se il peccato vi tira fuori voi morite. Qui sta la sapienza tutta divina, stare in Dio, vivere in Dio. Se il mondo è affascinante la sua acqua è amara e vi fa morire. Se Satana vi indica sentieri agevoli colmi di piaceri sappiate che sono strade che conducono all’Inferno. Se la carne vi muove guerra, se state saldi in Dio vincerete. Dio è il vostro mare di pace in cui dovete vivere per essere colmi di gioia. In questo mare di pace sarete per sempre inabissati quando supererete i confini della vostra vita terrena.


16 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli miei amati, la gioia e il sorriso sulle labbra sono il segreto della vera felicità. Non la gioia del mondo, ma la gioia di Gesù, quella gioia che nessuno potrà togliervi. Gesù viveva nella gioia perché ogni giorno mangiava il pane dell’obbedienza e del sacrificio. E chi vive nella volontà di Dio vive nella gioia, e chi vuole essere fedele alla volontà di Dio è pronto ad ogni sacrificio, e dal sacrificio nasce il sorriso su un volto ilare, luminoso, con occhi tersi che sanno scrutare le ricchezze imperscrutabili di Dio. La gioia vi fa comprendere che ogni dono viene dalle mani di Dio, e questo genera il sorriso, anche se a volte il dono è la vocazione  a patire per il Regno di Dio.









 15 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.

 Maria all’anima:

Figlio, la fedeltà è assai gradita a Dio. Come il martirio, la fedeltà esige la scelta di Dio, delle sue Leggi, della sua volontà al di sopra di ogni bene terreno, anche della vita. La fedeltà è martirio perché trascinato da Satana dinanzi al tribunale della carne e del mondo, il discepolo fedele deve essere pronto a rigettare ogni comunione con il peccato, se necessario facendo gettito della propria vita. La fedeltà non si conquista una volta per tutte, ma si dispiega nel quotidiano, ora dopo ora, nelle scelte ora grandi e importanti ora in quelle piccole, e che agli occhi degli stolti appaiono inutili o di poco conto. La fedeltà ti fa vivere sempre dinanzi al volto di Dio, senti la sua parola, e nel metterla in pratica trovi grande gioia, sì, perché la gioia del cuore e la pace sono i più bei frutti della fedeltà. Riposa giorno e notte all’ombra della fedeltà ed essa ti preparerà all’incontro beato con Colui che è fedele nei secoli e mantiene sempre la sua Parola.

14 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, amatevi gli uni gli altri. Guardate la vostra vita come dono perfetto che viene dal Cielo, in essa Dio ha compendiato ogni bene e felicità. Non disprezzate la vita percorrendola con l’indolenza, l’inedia. La vita dell’uomo pulsa di luce divina e se questa luce è scoperchiata limpidamente si palesa al mondo la carità di Dio, perché imparerete ad amare i piccoli, gli indifesi, i poveri, i malati. La vita non va uccisa, non va uccisa nel grembo materno e nell’anima con il peccato. Vivete come figli, e anche nel dolore nei vostri occhi brillerà la gioia, e nelle vostre mani, come fiume in piena, scorreranno opere di bene e di amore. Amate la vita e già possedete il Cielo.


13 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, molti anni fa ho fatto vedere a tre bambini l’Inferno, e il numero incalcolabile di anime che vi precipitavano urlando e bestemmiando. L’Inferno è una voragine senza fondo, e ancora oggi molti anime vi precipitano perché il peccato si è moltiplicato come il seme del seminatore. Molti van dicendo, fantasie di bambini, solo immagini, ma Dio è buono, Dio è Padre, è misericordia…, non fatevi ingannare dai falsi visionari... Figli, non aggiungete peccato a peccato, non dite ho peccato e non mi è successo nulla di male. L’Inferno è popolato dai demoni, urlano, strepitano, bestemmiano il nome santo di Dio, e il loro ghigno si fa sorriso maligno quando riescono a strappare un’anima al Cielo. Il demonio è forte, ma è venuto Colui che è più forte, e gli ha strappato l’armatura, ma molti uomini credono che tutto sia una favola, credono che il Vangelo sia un buon racconto per gli ebeti e per le pie donne, immaginano l’Inferno come un sogno che svanisce quando sorge il sole. No, figli miei, il demonio è stato vinto una volta per tutte, ma è ancora forte, sa ingannare, sa affascinare, sa vincere sopra tutto quelle anime che si sottraggono alla signoria di Dio. Siate compagni di Gesù, “il più forte”, e vincerete il forte, siate compagni di Gesù, “il più forte”, e con la sua Croce chiuderete la bocca dell’Inferno e per voi si aprirà la porta del Paradiso.









12 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



 Maria all’anima:

Figli, oggi è Domenica. È il giorno della luce, il giorno della Risurrezione. Siate luce sopra tutto nella vostra anima, che non vi dimori il peccato. Risorti, oggi, occupatevi delle cose del Padre vostro. Entrate nel suo tempio, adoratelo, prostratevi dinanzi a Lui, solo da Dio vi viene ogni bene. Sopra tutto entrate nell’intimità della vostra anima spalancatela alla novità della Risurrezione, fate sì che sia il tempio del Dio vivente. Oggi è il giorno della speranza, dell’Eucarestia. È la speranza di cieli nuovi e terra nuova, che il vostro cuore custodisca questa verità: voi siete stati creati per il Cielo, per amare eternamente il vostro Creatore, per essere beati contemplativi del suo volto. È il giorno dell’Eucarestia, nutritevi del Pane della Vita, e la Vita sia nella vostra mente, nei vostri pensieri, nel vostro cuore. Sopra tutto doni vita alle vostri mani, che siano colme di opere buone. La Domenica è la festa dei miei Figli,è la festa di coloro che portano nel loro cuore il Cielo.

11 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.




Maria all’anima:

Figli, non potete servire Dio e il denaro, e quale rapporto può esservi fra giustizia e iniquità, o quale comunione fra luce e tenebre? Quale intesa fra Cristo e Bèliar? Ricordate questi insegnamenti? Molti amano la vanità, il denaro, il benessere, la comodità, molli e pigri indugiano nella sensualità, nelle amicizie equivoche, e poi pretendono di godere dei beni eterni. La contentezza di costoro sta nell’essere maldicenti, arroganti, puntigliosi, ingiusti, e poi sperano un salario di salvezza. Figli miei, godere sia dei piaceri momentanei di questa terra che di quelli eterni è impossibile. Dovete scegliere, o il mondo con i suoi piaceri, o il Cielo con la sua eterna beatitudine.



10 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli miei amati, il nuovo giorno non vi opprima, ma segni l’inizio di una vita nuova. Due grandi amori devono animare la vostra povera vita. Il Cuore di Gesù e la Chiesa. Dal Cuore di Gesù squarciato è sgorgato sangue e acqua, un fiume di grazia che lava le vostre colpe. Adorate gli imperscrutabili disegni di Dio, e con una vita retta e onesta riparate i peccati degli uomini ingrati, che con i loro peccati, come con tante lance, continuano a ferire il divino Cuore. Riparate,  e offrite sacrifici santi e graditi a Dio perché coloro che vivono nel peccato si riconcilino con Dio e con la Chiesa. Non siate indifferenti alla salvezza dei vostri fratelli.



9 Luglio 2015

Pensiero del giorno

Queste parole sono rivolte al nostro cuore, come se fosse Maria a suggerirle. Restiamo in intimo ascolto, accogliamo Maria come nostra Maestra.



Maria all’anima:

Figli, la violenza genera lutti, guerre, morte. Siate figli della pace, perdonate chi vi fa del male, amate i vostri nemici, portate nel cuore della preghiera chi si nutre di odio, di vendetta, di astio. Chi si sazia di odio come pane quotidiano vive nelle tenebre, ed è molto difficile che il suo cuore si converta, e dalla sua mano  cada l’arma, solo l’amore e il perdono possono disarmarlo, renderlo ragionevole, condurlo alla pace. Non rispondete all’odio con l’odio, ma all’odio rispondete con l’amore, sarà balsamo per voi, figli miei, e sarà un amo lanciato ai violenti, se l’esca è resa dolce con il pane della carità certamente prima o dopo abboccherà all’amo. Figli, sappiate che chi riconduce un peccatore dalla sua via di errore lo salverà dalla morte e coprirà una moltitudine di peccati.